mercoledì 21 gennaio 2015

Tigelle


Oggi condivido con voi la ricette delle mie tigelle (o meglio crescentine) fatte in casa... se non sapete cosa sono informatevi bene e assaggiatele perchè sono spettacolari!!!

Questa ricetta è all'incirca quella che fa mia mamma (origini modenesi) da anni...

Ingredienti:
1kg di farina 00
panna fresca (200ml oppure 250ml, la panna le rende più morbide ma anche un pochino più pesanti)
un cucchiaino di bicarbonato (le rende più digeribili)
2 cucchiai di olio extravergine di oliva
un pizzico di sale (non esagerate, sono meglio insipide piuttosto che troppo salate)
un bicchiere circa di acqua frizzante
un cubetto di lievito di birra
punta di un cucchiaino di zucchero

Strumenti KCC utilizzati:
gancio a spirale
sfogliatrice

Preparazione:
Per prima cosa sciogliere il cubetto di lievito in un bicchiere di acqua tiepida con la punta di un cucchiaino di zucchero. Dopo circa una decina di minuti il lievito si sarà sciolto e si sarà formata la schiumetta come vedete nella foto.


Mettere nella ciotola la farina,  il bicarbonato e il sale. Iniziare a mescolare con il gancio a spirale a velocità minima per non schizzare la farina tutta in giro per la cucina!!


 Aggiungere olio, panna e un bicchiere di acqua frizzante pian pianino. Per ultimo aggiungere il lievito.



Mescolare per un po' finchè l'impasto non è bello omogenero, se necessario aggiungere acqua frizzante o latte senza esagerare.


 Quando l'impasto è pronto avvolgerlo in un asciugapiatti pulito per non farlo seccare e riposizionarlo nella ciotola in modo che non prenda aria.


Togliere dal KCC la ciotola e il gancio e inserire la sfogliatrice.


Tagliare pezzetti di pasta e tirarla con la sfogliatrice facendo bene tutti i passaggi. Per prima cosa la misura 1, si può passare anche due o tre volte se necessario, poi la misura 2, la 3 e per ultima la 4, in queste misure è meglio passarla una volta sola e a scelta fermarsi alla 3 o alla 4, di più non conviene andare altrimenti diventano troppo sottili.




Fare due strisce alla volta e posizionarle una sopra l'altra. In questo modo quando saranno cotte si apriranno facilmente nel mezzo.


Taglare con l'apposito stampino (o con un bicchiere o lo stampo dei biscotti) le forme tonde e posizionarle  su un vassoio ricoperto da tovaglioli o asciugapiatti.
L'ideale sarebbe fare un 'unico strato per farle lievitare meglio, io a caso di poco spazio di appoggio devo farne sempre almeno due.




A questo punto serve lasciarle lievitare per un po' (almeno un'oretta), accendere la tigelliera e appena calda cominciare a cuocerle.
Vanno mangiate subito appena cotte, di solito mentre si mangiano le prime si cuociono le altre.
Tolte dalla tigelliera di solito si mettono in un ciotola avvolte e coperte da unn tovagliolo in modo da mantenerle morbide e calde.
Se avanzano si possono congelare e poi scongelare tranquillamente anche in microonde.
Mi spiace ma non ho le foto da cotte... le farò la prossima volta che le preparo.

Come si mangiano:
Le tigelle si possono mangiare con qualsiasi tipo di affettato e con tutti i formaggi morbidi.
Si possono anche utilizzare creme e salsine.
Una cremina che usiamo spesso fare a casa è pancetta (o prosciutto cotto) frullata con rosmarino: si riempi la tigella con la crema e si spolvera di parmigiano reggiano... buonissima!!!!
Sono buonissime in versione dolce con le marmellate e con la Nutella...
e poi... con un po' di fantasia si possono mangiare in qualsiasi modo! (le ho sperimentate anche con la peperonata....)




lunedì 5 gennaio 2015

Buoni propositi ricamosi per il 2015


Eccoci all'inizio di un nuovo anno nella speranza che sia un buon anno per tutti...
Quest'anno voglio portare a termine i tanti lavori iniziati anche se ce ne sono già alcuni nuovi in programma visto che da qui a giugno ci sono già 4 nascite previste...

Per prima cosa devo terminare i due SAL cui mi sono iscritta nel 2014:
- "Lo prendiamo un caffè insieme?" del forum Megghy, il SAL è terminato a dicembre, a me manca l'ultima tappa e spero di terminarla presto.



- "I love my garden" organizzato da Marta, la fine del sal è prevista per aprile, io purtroppo sono mesi che non metto crocette e sono indietrissimo, spero di recuperare...



Voglio terminare la mia Madonnina Vervaco iniziata nel lontano 2008, direi che sarebbe ora di finirla e incorniciarla!!



Devo terminare l'asciugamano che volevo regalare a mia mamma a Natale, in teoria ne dovevo fare un'altro uguale ma con i colori invertiti per mia suocera ma entrambi sono li in attesa... saranno spero i regali del 2015!




Altro lavoro da terminare sono i due biscornu iniziati nel 2013, anche questi per mamma e suocera... in teoria è quasi tutto ricamato e sono solo da assemblare...



Nel 2013 ho iniziato anche degli ornamenti per l'albero di Natale ma ho iniziato solo il primo ed è ancora li...



Non parliamo poi dei ricamabili comprati e messi li nell'armadio... bellissimi ma sono ancora li...

Speriamo che quest'anno sia un anno definitivo per questi lavori... cercherò di impegnarmi il più possibile e chissà se troverò il tempo per iniziare anche i regali che mi ha portato Babbo Natale...

La Pâtisserie Rose di Madame La Fée


Magie Veneziane 4 di Renato Parolin


Un abbraccio e buon anno a tutti!
Lisa